Letture a cappello

Letture a cappello: Il piccolo principe di Antoine de Saint-Exupéry

Il piccolo principe di Antoine de Saint-Exupéry è un libro intramontabile che sin da questo primo capitolo dona una morale assoluta all’intera specie umana.
Quante volte ci si scontra con montagne comunicative insormontabili? Il confine tra noi e gli altri è sempre sfaldato o, addirittura, sfocato. L’universo che nascondiamo dentro pretende, spesso, una comprensione altra che si risolve in poche briciole verbali svuotate di senso. Ci si ritrova, allora, quasi costretti a doversi rassegnare, a percorrere una strada anziché un’altra.
Ciononostante, quello che per noi sembra essere un vero fallimento, in realtà non è altro che un’esperienza aggiunta al nostro fine ultimo. Il protagonista di questo primo capitolo, infatti, ha dovuto sopprimere la sua carriera di pittore, per diventare un pilota. Durante il suo giro nel mondo, tuttavia, ha continuato a ricercare qualcuno in grado di comprendere a pieno il suo pittorico disegno. Perché, infondo, ciò che abbiamo dentro ce lo porteremo sempre, in viaggio, con noi!

Share Button

Laureata in Comunicazione e specializzata in Istituzioni di Regia, intraprende gli studi di teatro dall’età di 14 anni. Partecipa a seminari e laboratori con i maestri Eugenio Barba sull’Odin Teatret e Giorgio Albertazzi su Shakespeare. Inizia a scrivere come critica teatrale per la rivista Rumor(s)cena. Nel 2016 prende parte al nuovo film di Fabio Mollo “Il Padre d’Italia”, insieme agli attori Isabella Ragonese, Luca Marinelli e Anna Ferruzzo. Nel 2017 supera le audizioni per l’Accademia di Doppiaggio di Christian Iansante e Roberto Pedicini a Milano. Partecipa al contest di doppiaggio per la Disney di Voice Anatomy su Radio24 condotto da Pino Insegno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code